Adolescenti obesi: ridurre il rischio diabete

Adolescenti obesi: 8 ore di sonno per ridurre il rischio diabete

I benefici di un buon sonno ristoratore sono molti e ben noti.

Da oggi se ne aggiunge uno nuovo: un giusto numero di ore di sonno riduce il rischio diabete negli adolescenti obesi.

Dormire quanto basta, né troppo né troppo poco – sostengono i medici americani autori di uno studio pubblicato su “Diabetes Care” – permette all’organismo degli adolescenti extralarge di tenere a bada i livelli di glucosio nel sangue. Riposare a sufficienza migliora infatti la secrezione di insulina, l’ormone controlla-zucchero. Con il risultato che si tiene sotto controllo la glicemia, evitando il diabete di tipo 2 e tutte le sue complicanze per cuore e arterie. “Sappiamo che 3 studenti teenager su 4 non dormono abbastanza – spiega la ricercatrice Dorit Loren, endocrinologa pediatra del Children’s Hospital di Philadelphia – Il nostro studio dimostra invece che, per mantenere stabili le concentrazioni ematiche di glucosio, il monte-sonno ideale è compreso fra 7,5 e 8,5 ore per notte”. Al contrario, negli adolescenti sovrappeso che non dormono per un numero corretto di ore si altera la secrezione di insulina, e di conseguenza si sballa la glicemia.

Per gentile concessione di “Figli&Famiglia”